I ragazzi di via Buonarroti 29

I ragazzi di via Buonarroti 29

martedì 19 marzo 2013

Leggere e insegnare il Novecento. Leonardo Sciascia e la cultura del '900. Un progetto per la scuola secondaria superiore, di Massimo Sestili.

Il progetto che vi presento lo elaborai alcuni anni fa per l'Associazione Amici di Leonardo Sciascia. Rileggendolo e ripensando alle esperienze fatte nelle scuole, mi è apparso ancora oggi un progetto vivo e didatticamente valido. Così ho deciso di riproporlo all'attenzione di insegnanti e studenti. Per qualsiasi richiesta di chiarimento, per interventi su singoli moduli, per conferenze sulla letteratura di Leonardo Sciascia,  potete contattarmi all'indirizzo email: sestilimassimo@gmail.com.
Buon lavoro
Massimo Sestili


Leggere e insegnare il Novecento.
Leonardo Sciascia e la cultura del '900.
a cura di Massimo Sestili

"Credo nella ragione umana, e nella libertà e nella giustizia che dalla raguione scaturiscono; ma pare che in Italia basta ci si affacci a parlare il linguaggio della ragione per essere accusati di mettere la bandiera rossa alla finestra".


Leonardo Sciascia scrive queste parole come prefazione al suo primo lavoro, Le parrocchie di Regalpetra, pubblicato nel 1956.
Tutta la sua attività di scrittore civilmente impegnato, che si è svolta fino al 1989, anno della sua morte, è rimasta fedele nelle parole, nelle scelte compiute e nei fatti che delle parole e delle scelte sono (o dovrebbero essere) la limpida conseguenza, a questi principi.
Il rigore intellettuale e morale di Leonardo Sciascia, al di là dell’evidente scetticismo o pessimismo di alcune opere importanti (e d’altronde la realtà italiana non l’ha certo aiutato ad essere ottimista), non è venuto mai meno, non ha subito negli anni nessuna incrinatura, proprio perché guidati dai grandi principi dell’89 e dalla cultura illuminista.
Affrontare oggi, nella scuola, lo studio dell’opera di Leonardo Sciascia, assume un doppio importante significato:
1.   confrontarsi con uno scrittore tra i più importanti del Novecento italiano con una significativa apertura verso la cultura europea;
2.   ricollocare lo studio della Letteratura, in una fase di crisi dell’insegnamento della disciplina che coinvolge anche il ruolo del docente, nel suo naturale ambito di ricostruzione del passato per elaborare cultura e nuovi valori.
Per quanto riguarda il primo punto è di fondamentale importanza il doppio confronto del pensiero di Leonardo Sciascia con la cultura italiana e europea del Novecento per le nuove prospettive che apre su due questioni:
a. il canone del Novecento;
b. lo studio della Letteratura per generi e per temi.
Per quanto riguarda il secondo punto, risulta decisivo, per avviare una didattica basata sul  conflitto delle interpretazioni finalizzata a salvaguardare i valori della democrazia e della convivenza civile.
Il Progetto promosso dall’Associazione «Amici di Leonardo Sciascia» ha lo scopo di diffondere l’opera dello scrittore siciliano e di fornire un positivo contributo a tutte le componenti scolastiche in un momento di forti cambiamenti. 

Prima parte

Leggere e insegnare il Novecento. Leonardo Sciascia e la cultura del ‘900, è un Progetto sperimentale biennale che si rivolge a studenti e docenti.

Temi proposti:

I temi proposti a studenti e docenti, attraverso percorsi modulari interdisciplinari, sono il risultato delle numerose iniziative che in questi ultimi anni l’Associazione ha promosso anche nel mondo della scuola. Le modalità di svolgimento dei moduli, comprese le bibliografie, le attività previste, i tempi e il prodotto finale, sono indicative. I docenti e gli studenti che parteciperanno al Progetto discuteranno nel dettaglio i moduli con i rappresentanti dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.


Modulo 1
I Diritti umani. La pena di morte.

Il presente modulo si avvale del prezioso contributo di Amnesty International sezione italiana. Nel sito web Amnesty.it è possibile trovare il materiale sulla Dichiarazione dei Diritti Universali, i dati aggiornati sulla pena di morte nel mondo, gli obiettivi del Modulo.

Modulo storico-sociale-letterario-giuridico.

Tipologia: Interdisciplinare.  Materie interessate: Letteratura Italiana -  Letteratura Francese - Storia ed Educazione Civica - Diritto.

Parte generale
a.    Dichiarazione universale dei diritti umani. Lettura integrale e commento dei 30 articoli della Dichiarazione.
b.    Leonardo Sciascia: Porte aperte. Lettura integrale del testo. La letteratura come impegno civile. Contestualizzazione storica: il Fascismo e il ripristino della pena di morte in Italia. Interpretazione del testo. Sciascia e la cultura illuminista.
c.    La Costituzione della Repubblica italiana.

Approfondimenti
L’Illuminismo. Pietro Verri: E’ lecita la tortura? ; da: Osservazioni sulla tortura. Cesare Beccaria: Contro la pena di morte; da: Dei delitti e delle pene. Voltaire: Dizionario filosofico: passi scelti.
Il 50° anniversario della proclamazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani da parte dell’ONU. Lettura del documento: Amnesty International e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Legge 25 novembre 1926 n. 2008 sul ripristino della pena di morte in Italia. Il Fascismo e le leggi fascistissime. Il delitto Matteotti.

Materiale
Opera generale su Leonardo Sciascia consigliata: Giuseppe Traina, Leonardo Sciascia, Bruno Mondadori, Milano 1999.
Leonardo Sciascia, Porte aperte; Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene; Pietro Verri, Osservazioni sulla tortura; Voltaire, Dizionario filosofico. Rassegna stampa completa su Porte aperte di Leonardo Sciascia. Videocassetta del film Porte aperte di Gianni Amelio. Relazione di Antonio Giradi a Todi, a cura dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.


Attività
Conferenza-Dibattito con un esperto rappresentante dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.
Visione del film Porte aperte di Gianni Amelio.
La pena di morte. Ricerca guidata di materiali e documenti in Internet. Rassegna stampa.
www.amnesty.it Amnesty International Sezione Italiana
utenti.tripod.it/coalit_icadp/versitalia.htlm Coalizione italiana contro la pena di morte
library.thinkquest.org/23685/data/indice.htlm
Indice: 1. La storia della pena di morte; 2. Strumenti con i quali viene applicata la pena di morte; 3. Materiale sulla pena di morte (Bibliografia - Filmografia - Discografia);  4. La pena di morte oggi nel mondo; 5. La legislazione internazionale sulla pena di morte; 6. Sondaggi e dibattito sulla pena di morte (dite la vostra); 7. Ringraziamenti e saluti.
kom.it/pdm/
emergency.it

Prodotto
Documento finale elaborato dagli alunni. Risultato della ricerca. Riflessioni. Ipertesto. Tesina.

Obiettivi cognitivi
1.    Approfondimento della conoscenza di alcuni momenti storici cruciali per la definizione del rapporto fra l’individuo o il gruppo e lo Stato, e fra l’individuo o il gruppo, lo Stato e la comunità internazionale.
2.    Consapevolezza dello spessore storico-culturale dei concetti di libertà e uguaglianza.
3.    Conoscenza delle diverse “generazioni” dei diritti e dei testi che affermano e promuovono il rispetto di tali diritti.
4.    Approccio alla lettura critica di un testo giuridico.

Obiettivi educativi
1.    Educare al rispetto della dignità umana e alla comprensione della nozione di giustizia, eguaglianza, libertà, pace, diritti e democrazia.
2.    Rendere consapevoli dell’interdipendenza fra diritti umani, autodeterminazione dei popoli, sviluppo economico, pace.

Tipologia, Metodo, Strategie, Verifiche
Ricerca tematica interdisciplinare. Presentazione del problema. Presentazione dell’autore. Lettura integrale testi. Scheda testo narrativo. Scheda film. Ricerca documenti. Confronti critici. Verifica formativa e sommativa. Prove strutturate e Tema.


Modulo 2
La letteratura di mafia.


Modulo storico-sociale-letterario-giuridico-economico.

Tipologia: Interdisciplinare.  Materie interessate: Letteratura Italiana - Storia ed Educazione Civica - Diritto - Economia - Tecnica Bancaria.

Parte generale
a.    La questione meridionale. L’Inchiesta in Sicilia di Franchetti-Sonnino. La mafia in Giuseppe Pitrè e Luigi Capuana.
b.    La mafia in Leonardo Sciascia. Lettura integrale de Il giorno della civetta e di A ciascuno il suo. Interpretazione del testo. Analisi dei personaggi. Contestualizzazione storica.
c.    La lettura del fenomeno mafioso data da Sebastiano Vassalli. Lettura integrale de Il cigno.
d.    Legislazione antimafia.
e.    Le banche.

Approfondimenti
Dibattito seguito alla pubblicazione de Il cigno di Sebastiano Vassalli. Dibattito sui Professionisti dell’antimafia.
Il fenomeno mafioso nel proprio territorio. Ricerca.

Materiale
Opera generale su Leonardo Sciascia consigliata: Giuseppe Traina, Leonardo Sciascia, Bruno Mondadori, Milano 1999.
L. Sciascia, Il giorno della civetta e A ciascuno il suo, Adelphi.
S. Vassalli, Il cigno, Einaudi.
C. Levi, Le parole sono pietre, Einaudi; passi scelti.
L. Sciascia, La mafia, in Pirandello e la Sicilia, poi in Opere 1984-1989, vol. III, pp. 1170-1185, Bompiani, Milano1991.
L. Sciascia, Letteratura e mafia, in Cruciverba, poi in Opere 1971-1983, vol. II, pp. 1104-1114, Bompiani, Milano1989.
L. Franchetti, Condizioni politiche a amministrative della Sicilia, a cura di Paolo Pezzino, Donzelli, Roma 1993; pp.39-44.
L.Capuana, L’isola del sole, a cura di Nicolò Mineo, Lussografica, Caltanissetta 1994.
G. Pitrè, La Mafia, in L’isola del sole, cit., pp. 107-111.
 M. Farinella, Il silenzio di Corleone, in Profonda Sicilia, prefazione di Carlo Levi, Libri Siciliani, Palermo 1966; pp. 161-170.
 Massimo Onofri, Tutti a cena da Don Mariano. Letteratura e mafia nella Sicilia della nuova Italia, Bompiani, Milano 1997.
Videocassette dei film Il giorno della civetta di Damiano Damiani e A ciascuno il suo di Elio Petri.
Relazioni di Valter Vecellio a Todi e Perugia a cura dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.
Rassegna stampa completa sulle opere lette e sul dibattito proposto nel modulo.

Attività
Conferenza-Dibattito con un esperto rappresentante dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.
Visione dei film Il giorno della civetta di Damiano Damiani e A ciascuno il suo di Elio Petri.
Lavoro sul territorio: indagine sul fenomeno mafioso nel proprio territorio.

Prodotto
Documento finale elaborato dagli alunni. Risultato della ricerca. Riflessioni. Ipertesto. Tesina.

Obiettivi cognitivi
1. Approfondire le conoscenze sulla letteratura e l’impegno civile di Leonardo Sciascia
2. Approfondire le conoscenze sulla Letteratura italiana del ‘900
3. Acquisire conoscenze sulla storia della mafia
4. Approfondire le conoscenze sulla questione meridionale
5. Acquisire conoscenze giuridiche in relazione al fenomeno mafioso
6. Acquisire conoscenze economiche e bancarie in relazione al fenomeno mafioso

Obiettivi educativi
1. Educare ad una maggiore sensibilità sui diritti e doveri del cittadino
2. Acquisire una maggiore sensibilità sul problema della mafia
3. Rendere consapevoli dell’intreccio storico, culturale, economico e giuridico del fenomeno mafioso.

Tipologia, Metodo, Strategie, Verifiche
Ricerca tematica interdisciplinare. Presentazione del problema. Presentazione dell’autore. Lettura integrale testi. Scheda testo narrativo. Scheda film. Ricerca documenti. Confronti critici. Verifica formativa e sommativa. Prove strutturate e Tema.


Modulo 3
La letteratura della zolfara.

Il modulo permette di studiare attraverso un unico tema-problema i maggiori autori siciliani della Letteratura italiana: Verga, Pirandello, Sciascia e Consolo. Inoltre il modulo consente di spaziare su altri scrittori italiani ed europei; di misurarsi con diversi generi letterari quali la Novella, il Racconto, il Romanzo, il Teatro; di lavorare sui rimandi intertestuali. La tematizzazione proposta è comunque basata su un forte impianto storico e sociologico per evitare il rischio di perdere la contestualizzazione dell’opera esaminata.

Modulo storico-sociale-letterario-giuridico-economico.

Tipologia: Interdisciplinare.  Materie interessate: Letteratura Italiana - Storia ed Educazione Civica - Diritto - Economia - Chimica.

Parte generale
a. Quadro storico. Le miniere di zolfo in Sicilia. Storia dei Fasci siciliani.
b. I carusi. Lo sfruttamento del lavoro minorile. Inchiesta Franchetti-Sonnino. Mario Farinella, La zolfara accusa.
c. La letteratura della zolfara. Vincenzo Consolo, Uomini e paesi dello zolfo; Leonardo Sciascia, L’antimonio e La paga del sabato; Carlo Levi, Le parole sono pietre; Giovanni Verga, Dal tuo a mio e Rosso Malpelo; Luigi Pirandello, Il fumo, Ciaula scopre la luna, Lontano, I vecchi e i giovani.

Approfondimenti
Indagine storica sulla Inchiesta Franchetti-Sonnino. I rapporti di Franchetti e Sonnino con Verga e la svolta verista di Rosso Malpelo. Conseguenze politiche e sociali della sconfitta del movimento dei Fasci siciliani.

Materiale
Opera generale su Leonardo Sciascia consigliata: Giuseppe Traina, Leonardo Sciascia, Bruno Mondadori, Milano 1999.
L. Sciascia, L’antimonio e La paga del sabato.
V. Consolo, Uomini e paesi dello zolfo, in Di qua dal faro, Mondadori, Milano 1999; pp. 9-34.
C. Levi, Le parole sono pietre, prefazione di Vincenzo Consolo, Einaudi Scuola, Torino 1990; pp. 49-73.
L.   Franchetti - S. Sonnino, Il lavoro dei fanciulli nelle zolfare siciliane, Capitolo supplementare, in Inchiesta in Sicilia, Vallecchi, Firenze 1974, pp. 269-279.
A. Russello, La luna si mangia i morti, Mondadori, Milano1960.
A. Petyx, La miniera occupata, Mondadori, Milano 1957.
M. Farinella, La zolfara accusa. Lettera da Lercara Friddi, supplemento al “Siciliano Nuovo”, La Cartografica, Palermo 1951.
M. Farinella, Profonda Sicilia, prefazione di Carlo Levi, Libri Siciliani, Palermo 1966.
G.Verga, Dal tuo al mio (1903 Teatro), Rosso Malpelo,
L. Pirandello, Il fumo, Ciaula scopre la luna, Lontano, I vecchi e i giovani
S. Lagerlof, I miracoli dell’anticristo, Sonzogno, Milano 1933.
Rosso di San Secondo, La bella addormentata, Garzanti, Milano 1942.
S. F. Romano, Storia dei fasci siciliani, Laterza, Bari 1959.
M. Jessie White, Le miniere di Zolfo in Sicilia, 1894
N. Colajanni, In Sicilia, 1894
F. Squarzina, Produzione e commercio dello zolfo in Sicilia nel secolo XIX, ILTE, Torino 1963.
D.   Mack Smith, Storia della Sicilia medievale e moderna, Laterza, Bari 1973.
R. Luperini, Aveva i capelli rossi, Palumbo Editore.
Articoli, Recensioni, Materiale vario fornito dall’Associazione.
Relazione di Massimo Sestili a Perugia a cura dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.

Attività
Percorsi bibliografici guidati. Ricerche in archivio. Seminari di approfondimento delle singole opere. Visione di filmati. Incontri con esperti per Conferenze-Dibattiti.

Prodotto
Documento finale elaborato dagli alunni. Risultato della ricerca. Riflessioni. Ipertesto. Tesina.

Obiettivi cognitivi
1.    Approfondire le interconnessioni tra ricerca storica, letteraria e sociologica.
2.    Approfondire le relazioni tra condizioni materiali e letteratura.
3.    Conoscere il contesto storico, sociale, economico e giuridico che sta alla base della letteratura di un dato periodo storico.
4.    Conoscere l’evoluzione della letteratura di scrittori che appartengono alla stessa area geografica.

Obiettivi educativi
1.    Educare ad una maggiore sensibilità sullo sfruttamento del lavoro minorile.
2.    Educare ad interpretare il passato per comprendere il presente.

Tipologia, Metodo, Strategie, Verifiche
Ricerca tematica interdisciplinare. Presentazione del problema. Presentazione dell’autore. Lettura integrale testi. Scheda testo narrativo. Scheda film. Ricerca documenti. Confronti critici. Verifica formativa e sommativa. Prove strutturate e Tema.


Modulo 4.
Il cavaliere, la morte... e il diavolo.

Modulo letterario - artistico - filosofico.

Tipologia: Interdisciplinare.  Materie interessate: Letteratura Italiana - Storia ed Educazione Civica - Storia dell’Arte - Filosofia.

Parte generale
a.    Studio delle incisioni di Dürer. Interpretazione de Il cavaliere la morte e il diavolo.
b.    L. Sciascia, Il cavaliere e la morte; Tolstoj, Morte di Ivan Il’ic; F. Dürrenmatt, Il sospetto. Letture integrali.
c.    Jünger, Libro dell’orologio a polvere: brani scelti.

Approfondimenti
L’orologio a polvere: il tempo in Jünger.
La rappresentazione della morte in Dürer, Solana, Valdes, Bruegel.
Intertestualità e interpretazione del testo letterario: Sciascia, Tolstoj, Bernanos, Dürrenmatt.
La morte in Tomasi di Lampedusa.

Materiale
Opera generale su Leonardo Sciascia consigliata: Giuseppe Traina, Leonardo Sciascia, Bruno Mondadori, Milano 1999.
L. Sciascia, Il cavaliere e la morte
Fritz Zorn, Il cavaliere la morte e il diavolo
Tolstoj, Morte di Ivan Il’ic
G. Bernanos, Diario di un curato di campagna
F. Dürrenmatt, Il sospetto
E. Jünger, Libro dell’orologio a polvere
Tomasi di Lampedusa, Il gattopardo
Dürer, Il cavaliere la morte e il diavolo; Melancholia; San Girolamo nello studio
Solana, La processione della morte
Valdes, In ictu oculi
Bruegel, Il trionfo della morte
Videocassetta del film Il gattopardo di Luchino Visconti.
Rassegna stampa su Leonardo Sciascia a cura dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.

Attività
Visione del film Il gattopardo di Luchino Visconti. Seminari di approfondimento delle singole opere. Conferenze. Incontri con esperti.

Prodotto
Documento finale elaborato dagli alunni. Risultato della ricerca. Riflessioni. Ipertesto. Tesina.

Obiettivi cognitivi
1.    Conoscere e interpretare un’opera pittorica.
2.    Approfondire le relazioni tra opera pittorica e opera letteraria.
3.    Approfondire le relazioni tra opera pittorica, opera letteraria e filosofia.

Obiettivi educativi
1.    Educare alla lettura di un’opera d’arte.
2.    Educare ad una visione cosmopolita della cultura.

Tipologia, Metodo, Strategie, Verifiche
Ricerca tematica interdisciplinare. Presentazione del problema. Presentazione dell’autore. Lettura integrale testi. Scheda testo narrativo. Scheda film. Ricerca documenti. Confronti critici. Verifica formativa e sommativa. Prove strutturate e Tema.


Modulo 5.
Sciascia e la Spagna.

Modulo storico - letterario.

Tipologia: Interdisciplinare.  Materie interessate: Letteratura Italiana - Storia ed Educazione Civica - Letteratura Spagnola - Letteratura Francese - Letteratura Inglese.

Parte generale
a.    Leonardo Sciascia e la Guerra civile spagnola. Lettura integrale de L’antimonio e di Ore di Spagna.
b.    La letteratura della Guerra civile spagnola. Lettura integrale di almeno un’opera tra quelle indicate.
c.    Gli intellettuali e la Guerra civile spagnola. Passi scelti dal testo del Garosci, Gli intellettuali e la guerra di Spagna.

Approfondimenti
Leonardo Sciascia e il fascismo. Le divisioni politiche e programmatiche nello schieramento repubblicano. Gli italiani in Spagna durante la Guerra civile.

Materiale
Opera generale su Leonardo Sciascia consigliata: Giuseppe Traina, Leonardo Sciascia, Bruno Mondadori, Milano 1999.
L.Sciascia, L’antimonio e Ore di Spagna
F. Scianna, Fotografie in Ore di Spagna
G. Orwell, Omaggio alla Catalogna
G. Bernanos, I grandi cimiteri sotto la luna
A. Malraux, La speranza
E. Hemingway, Per chi suona la campana
Matthews, L’esperienza della guerra di Spagna
Azaña, Veglia a Benicarlò, prefazione e traduzione di Leonardo Sciascia, Einaudi.
Garosci, Gli intellettuali e la guerra di Spagna
Videocassetta del film Terra e libertà  di Ken Loach
Documentari sulla Guerra civile spagnola

Attività
Laboratorio di Storia. Visione del film Terra e libertà di Ken Loach e di documentari sulla Guerra civile spagnola. Conferenze. Dibattiti. Incontri con esperti.

Prodotto
Documento finale elaborato dagli alunni. Risultato della ricerca. Riflessioni. Ipertesto. Tesina.

Obiettivi cognitivi
1.    Approfondire le conoscenze della Guerra civile spagnola, uno degli snodi fondamentali della Storia del ‘900.
2.    Approfondire le conoscenze sulla presenza degli italiani  nei due schieramenti politici e militari.
3.    Approfondire le conoscenze sul coinvolgimento delle potenze europee nella Guerra civile spagnola.
4.    Approfondire le conoscenze del rapporto tra Leonardo Sciascia e la cultura spagnola.

Obiettivi educativi
1.    Sviluppare una maggiore sensibilità sul problema della guerra.
2.    Educare ad una maggiore partecipazione alla dialettica democratica.

Tipologia, Metodo, Strategie, Verifiche
Ricerca tematica interdisciplinare. Presentazione del problema. Presentazione dell’autore. Lettura integrale testi. Scheda testo narrativo. Scheda film. Ricerca documenti. Confronti critici. Verifica formativa e sommativa. Prove strutturate e Tema.


Modulo 6.
Leonardo Sciascia e il cinema.

Modulo di Letteratura e Cinema

Tipologia: Interdisciplinare.  Materie interessate: Letteratura Italiana - Storia dell’Arte.

Parte generale
a.    Letteratura e cinema.
b.    Leonardo Sciascia e il cinema. Letture: Leonardo Sciascia, C’era una volta il cinema, in Fatti diversi di storia letteraria e civile; Il volto sulla maschera, in Cruciverba; La Sicilia nel cinema, in La corda pazza.

Approfondimenti
Analisi dei film tratti dalle opere di Leonardo Sciascia. Dal testo al film.

Materiale
Opera generale su Leonardo Sciascia consigliata: Giuseppe Traina, Leonardo Sciascia, Bruno Mondadori, Milano 1999.
Testi fondamentali di riferimento: Leonardo Sciascia, Il volto sulla maschera. Mosjoukine - Mattia Pascal; C’era una volta il cinema, in Fatti diversi di storia letteraria e civile; La Sicilia nel cinema, in La corda pazza.

Filmografia:

1. Film tratti dalle opere di Leonardo Sciascia:
A ciascuno il suo. (Italia 1967, col., 92’). Regia di Elio Preti. Con Gian Maria Volonté, Irene Papas, Gabriele Ferzetti, Salvo Randone, Mario Scaccia, Luigi Pistilli.
Il giorno della civetta. (Italia 1968, col., 112’). Regia di Damiano Damiani. Con Franco Nero, Claudia Cardinale, Lee J. Cobb, Gaetano Cimarosa, Serge Reggiani, Nehemiah Persoff, Ennio Balbo, Fred Coplan.
Cadaveri Eccellenti. Tratto da Il contesto. (Italia 1976, col., 105’). Regia di Francesco Rosi. Con Lino Ventura, Tino Carraro, Marcel Bozzuffi, Paolo Bonacelli, Alain Cuny, Maria Carta, Max von Sydow, Charles Vanel, Luigi Pistilli, Tina Aumont, Renato Salvatori, Anna Proclemer, Corrado Gaipa, Paolo Graziosi.
Todo Modo. (Italia 1976, col., 130’). Regia di Elio Preti. Con Gian Maria Volonté, Marcello Mastroianni, Mariangela Melato, Ciccio Ingrassia, Franco Citti, Tino Scotti, Renato Salvatori, Michel Piccoli.
Porte aperte. (Italia 1990, col., 108’). Regia di Gianni Amelio. Con Gian Maria Volonté, Ennio Fantastichini, Renato Carpentieri, Paolo Volpicelli, Renzo Giovampietro, Lydia Alfonsi.
Una storia semplice. (Italia 1991, col., 94’). Regia di Emidio Greco. Con Gian Maria Volnté, Ricky Tognazzi, Ennio Fantastichini, Massimo Dapporto, Massimo Ghini, Macha Méril, Gianmarco Tognazzi, Omero Antonutti, Tony Sperandeo, Paolo Graziosi.

2.   Film e registi amati da Sciascia: si raccomanda;
Il fu Mattia Pascal di Marcel L’Herbier;
Nuovo cinema paradiso. (Italia/Francia 1988, col., 157’). Regia di Giuseppe Tornatore. Con Philippe Noiret, Salvatore Cascio, Jacques Perrin, Leo Gullotta, Leopoldo Trieste, Enzo Cannavale, Brigitte Fossey, Nino Terzo, Pupella Maggio.
Anni difficili. (Italia 1948, b/n, 113’). Regia di Luigi Zampa. Con Umberto Spadaro, Massimo Girotti, Ave Ninchi, Delia Scala, Willy Vitale, Ernesto Almirante. Tratto dal romanzo di Vitalino Brancati Il vecchio con gli stivali.
Salvatore Giuliano. (Italia 1961, b/n, 107’). Regia di Francesco Rosi. Con Frank Wolff, Salvo Randone, Federico Zardi, Pietro Cammarata, Giuseppe Teti.
Leonardo Sciascia ha avuto un particolare legame con il cinema di Federico Fellini.

3. Leonardo Sciascia sceneggiatore: si raccomanda;
Bronte: cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato. (Italia/Jugoslavia 1972, col., 109’). Regia di Florestano Vancini. Sceneggiatura di Leonardo Sciascia e Fabio Carpi. Con Ivo Garrani, Mariano Rigillo, Ilija Dzuvalekovsk’, Rudolf Kukié.

Attività
Cineforum o Laboratorio di cinema. Intervento di un esperto di cinema.

Prodotto
Tesina

Obiettivi cognitivi
1. Conoscere il rapporto tra testo letterario e cinema.
2. Conoscere il rapporto tra cinema e letteratura in Leonardo Sciascia.

Obiettivi educativi

1.   Educare alla visione del cinema di impegno civile

Tipologia, Metodo, Strategie, Verifiche
Presentazione dell’autore. Lettura integrale testi. Scheda testo narrativo. Scheda film. Confronti critici. Verifica formativa e sommativa. Prove strutturate e Tema.


Modulo 7.
Leonardo Sciascia e la cultura francese.

Modulo di Letteratura, Storia e Filosofia

Tipologia: Interdisciplinare.  Materie interessate: Letteratura Italiana - Storia - Filosofia - Letteratura francese -

Parte generale

a.    Leonardo Sciascia Candido, lettura integrale.
b.    Voltaire Candide, lettura integrale.
c.    Brani scelti dal Dizionario filosofico e dal Trattato sulla tolleranza di Voltaire.
d.    L’affaire Dreyfus: la storia; J’accuse di Emile Zola.

Approfondimenti

Leonardo Sciascia e l’illuminismo francese. Leonardo Sciascia e l’illuminismo italiano. Leonardo Sciascia, Voltaire e Zola.

Materiale

Opera generale su Leonardo Sciascia consigliata: Giuseppe Traina, Leonardo Sciascia, Bruno Mondadori, Milano 1999.
Leonardo Sciascia, Candido.
Voltaire, Candide, Dizionario filosofico, Trattato sulla tolleranza.
Zola, J’accuse.
F. Coen, Dreyfus, Mondadori.
AA. VV. , Leonardo Sciascia ed il Settecento in Sicilia; brani scelti.
AA. VV., Leonardo Sciascia: la mitografia della ragione; brani scelti.
Relazione di Giuseppe Panella a Perugia e interventi vari dello stesso autore; rassegna stampa a cura dell’Associazione.

Attività

Visione di filmati. Seminari di approfondimento delle singole opere. Conferenze. Incontri con esperti.

Prodotto
Tesina

Obiettivi cognitivi

1.    Conoscere il rapporto tra la narrativa di Sciascia e il Settecento francese.
2.    Conoscere il rapporto tra illuminismo francese e illuminismo italiano.
3.    Conoscere la riscrittura e l’intertestualità come poetica della postmodernità.

Obiettivi educativi

1. Educare ai valori laici della giustizia e della libertà.

Tipologia, Metodo, Strategie, Verifiche

Presentazione dell’autore. Lettura integrale testi. Scheda testo narrativo. Scheda film. Confronti critici. Verifica formativa e sommativa. Prove strutturate e Tema.

     
    Tempi:
     
      Per ogni modulo circa 12 ore.
      I tempi proposti sono indicativi, da verificare per ogni realtà scolastica in base alle esigenze dei Docenti che partecipano al modulo, alle attività programmate, agli spazi e agli strumenti disponibili. Inoltre i tempi potranno variare tra attività scolastica curricolare e extracurricolare con attività pomeridiane.

      Attività:

      La programmazione delle attività da svolgere per ogni singolo modulo deve essere fatta tenendo conto degli strumenti, dei tempi e dei costi.
      Le attività vanno prima pianificate dai Docenti, poi discusse con i rappresentanti dell’Associazione per stilare un piano di fattibilità.
      L’Associazione mette a disposizione delle scuole i propri esperti per Conferenze, Dibattiti, Seminari, Laboratori.

      Strumenti:

      L’Associazione si impegna a fornire alle scuole il proprio servizio consulenza per elaborare il necessario materiale per lo svolgimento dei moduli: rassegna stampa, bibliografie.
      Strumento fondamentale è il Sito Web dell’Associazione. Attraverso il Sito Web l’Associazione divulgherà tutto il materiale concordato con i Docenti. Inoltre gli esperti dell’Associazione attraverso il Sito Web potranno rispondere alle domande di Docenti e Studenti.

      Prodotto:

      Tesine, Ipertesti, Bibliografie, Relazioni, Articoli.

Nessun commento: