I ragazzi di via Buonarroti 29

I ragazzi di via Buonarroti 29

venerdì 30 novembre 2012

Historia Magistra. Rivista di storia critica, n.1 2009: direttore Angelo d'Orsi. Sotto un cielo di piombo. Le lotte per la casa in una borgata di Roma. San Basilio, settembre 1974, di Massimo Sestili


Sotto un cielo di piombo. Le lotte per la casa in una borgata di Roma.
San Basilio, settembre 1974
di Massimo Sestili


Titolo:
San Basilio settembre 1974
Sotto un cielo di piombo
Le lotte per la casa in una borgata di Roma
Autore:
Massimo Sestili
Title:
San Basilio September 1974
Under a Sky of Lead
Struggles for housing in a suburb in Rome
Author:
Massimo Sestili

Per leggere o acquistare l'articolo clicca qui


ABSTRACT IN ITALIANO

Borgata San Basilio – Borgate di Roma  – Occupazioni delle case – Fabrizio Ceruso – Settembre 1974 – Lotta Continua

Le lotte sociali per la casa hanno dato vita a Roma ad un movimento che ha attraversato gli ultimi 50 anni di vita repubblicana. Le occupazioni delle case sono la risposta obbligata che una massa enorme di cittadini dà alla carenza di alloggi dovuta alla speculazione edilizia, al problema del risanamento delle borgate costruite dal regime fascista, alla forte ondata immigratoria e alla mancanza di una pianificazione urbanistica. Le occupazioni della borgata San Basilio del 1974, dovute in particolare a problemi di sovraffollamento e alla poca trasparenza nella formazione delle liste di assegnazione, hanno avuto un esito tragico, con la morte di un giovane manifestante e decine di feriti tra le forze dell’ordine e gli occupanti. L’autore dell’articolo sostiene che a San Basilio si è arrivati allo scontro armato per tre motivi: 1. la lotta rischiava di diventare un modello da seguire nel resto del Paese; 2. il PCI, impegnato a realizzare la politica del compromesso storico, non poteva tollerare alla sua sinistra forme di lotta così radicali; 3. alcuni militanti della sinistra extraparlamentare lessero in questa lotta la possibilità di innalzare lo scontro con lo Stato ed iniziarono la lotta armata in organizzazioni come le Brigate Rosse o Prima Linea. Il lavoro si avvale delle testimonianze orali dei protagonisti.

ABSRACT IN INGLESE

The San Basilio suburb – Suburbs of Rome – Occupations of houses – Fabrizio Ceruso – September 1974 – Lotta Continua

Social struggles for housing have created a movement in Rome that has lived thorough the past 50 years of Italian history. Squatting is the compelled solution given by a wide mass of citizens to the lack of housing due to building speculation, to the problem of the renewal of the suburbs built by the fascist regime, to the heavy wave of immigration and to the absence of any city planning.
The occupations of the San Basilio suburbs in 1974, caused in particular by overcrowding issues and the little transparency in formation of the allocation lists, had a tragic outcome, with the death of a young demonstrator and dozens of injured among the police and the occupants.
The author of the article maintains that the situation in San Basilio escalated into an armed struggle for three reasons: 1. the struggle could have become a model followed in the rest of the country; 2. the Italian Communist Party, busy carrying out the Historic Compromise policy, could not tolerate at its left such radical forms of struggle; 3. some militants of the extraparliamentary left read in this fight the possibility of raising the level of the battle against the State and began the armed struggle in organizations such as the Red Brigades or Prima Linea.
The article makes use of the oral testimonies of the protagonists. 

Nessun commento: