I ragazzi di via Buonarroti 29

I ragazzi di via Buonarroti 29

venerdì 11 maggio 2012

Paolo Fontana: L'attualità di Dreyfus. Recensione al libro di Massimo Sestili, L'errore giudiziario. L'affaire Dreyfus, Zola e la stampa italiana. Amnesty International.



Amnesty International – Notiziario bimestrale della sezione italiana

L’attualità di Dreyfus di Paolo Fontana

L’affaire Dreyfus impose alla storia della Francia una svolta quasi epocale ed ebbe la portata di una rivoluzione mutando considerevolmente le sorti della Terza Repubblica.
La vicenda è nota: sulla base di una presunta somiglianza di scritture il capitano di origine ebraica Alfred Dreyfus viene accusato di spionaggio, processato a porte chiuse e condannato all’ergastolo da scontarsi nell’isola del Diavolo.

Grazie all’intervento e all’impegno di alcuni intellettuali, tra cui soprattutto Bernard Lazare ed Émile Zola, si giunge a una revisione del processo e alla riabilitazione dello sfortunato capitano. Tra le conseguenze dell’affaire, oltre alla separazione tra la Chiesa e lo Stato, alla presa di coscienza del ruolo degli intellettuali e della stampa, alla riduzione del potere dell’esercito e alla creazione del movimento sionista, ci piace ricordare la nascita della Ligue des droits de l’homme et du citoyen ad opera del senatore Trarieux, ex ministro della giustizia, con lo scopo di difendere e promuovere i principi di libertà, uguaglianza e fraternità enunciati dalle dichiarazioni dei diritti umani del 1789 e del 1793.
Massimo Sestili, oltre a ripercorrere minuziosamente nel suo saggio la storia del processo con i suoi principali protagonisti e a presentare una nuova traduzione del celeberrimo J’accuse di Zola, ci propone una ricca scelta di articoli apparsi sulla stampa italiana dell’epoca.
Utile per una riflessione sul clima antisemita la lettura in particolare di alcuni farneticanti commenti della “Civiltà Cattolica”.


Mobydick, Faenza 2004
pp. 251, Euro 16,00

Paolo Fontana è nato a Padova, dove vive e lavora, nel 1951. Laureato in lingua e letteratura francese, insegna presso il liceo “Enrico Fermi”. Ha tradotto opere di Balzac, Diderot, Zola, Gautier, Nerval, France, Dreyfus, Musset, Potocki e  - per Mobydick - Il condannato a morte Claude Gueux di Victor Hugo, L’affaire Dreyfus. Un errore giudiziario di Bernard Lazare e I diritti umani e le usurpazioni papali di Voltaire. È responsabile del gruppo “Italia 186” di Amnesty International.

Nessun commento: